Molte persone sono intolleranti al glutine, la proteina che si trova in frumento e molti altri cereali. Questa intolleranza che porta a sintomi anche gravi è chiamata celiachia o morbo celiaco ed è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario si attiva rifiutando il glutine, ritenendolo un agente tossico per l’organismo e danneggiando l’intestino.

Per questo Fisicamente Medica consiglia a tutti coloro che sospettano di essere celiaci di fare una visita gastroenterologica con analisi del sangue e biopsia intestinale presso l’ambulatorio di gastroenterologia a Lodi.

Come si svolge la visita gastroenterologica

Il gastroenterologo è lo specialista che valuta lo stato di salute dell’apparato digerente e nella visita gastroenterologica procede nel seguente modo:

  • Fa l’anamnesi del paziente raccogliendo tutte le informazioni sulla storia clinica oltre che annotare eventuali patologie dei suoi famigliari onde avere un quadro più completo circa eventuali possibilità di malattie genetiche.
  • Fa domande sullo stile di vita e i comportamenti alimentari del paziente;
  • Vista il paziente palpando direttamente le parti interessate per individuare eventuali anomalie.

Cosa succede se si sospetta la celiachia

La sintomatologia del paziente celiaco prevede diversi disturbi e i sintomi più comuni della celiachia sono correlati alla sfera digestiva, dal momento che il glutine è considerato agente tossico in questa patologia. Nel caso di sospetta celiachia si riscontrano gonfiore e crampi addominali, diarrea cronica o stipsi, meteorismo e flatulenza, sensazione di pienezza, mal di stomaco, nausea e vomito, ma anche  feci chiare sciolte e grasse di odore particolarmente sgradevole.

Sulla base dei sintomi dichiarati dalla persona gli specialisti di gastroenterologia di Fisicamente Medica a Lodi possono ipotizzare di essere in presenza di malattia celiaca, che andrà confermata con:

  • Analisi del sangue: si fa la anti transglutaminasi per confermare la celiachia e si cercano gli anticorpi anti-endomisio, anti gliadina deaminato peptide, il totale siero di IgA e l’anticorpo anti-gliadina. Quest’ultimo esame non è adatto per gli adulti, ma può essere eseguito nei bambini con età inferiore ai 2 anni;
  • Gastroscopia: il paziente non deve aver sospeso l’assunzione di glutine per non avere risultati falsati e durante la gastroscopia sarà fatta la biopsia del piccolo intestino per la corretta diagnosi di eventuale celiachia.

Una volta che la malattia celiaca è stata confermata l’unica cura è data dall’eliminazione del glutine dalla dieta del paziente, che potrà così condurre una vita assolutamente normale e veder man mano scomparire i sintomi iniziali e il malessere.

Oggi la celiachia è un problema sempre più diffuso anche in Italia e per questo chi sospetta di non essere più tollerante al glutine è invitato a rivolgersi agli specialisti di gastroenterologia di Fisicamente Medica a Lodi. Prenota ora il tuo appuntamento per verificare se sei celiaco!