Sempre più persone soffrono di ansia e depressione e in questo caso un valido aiuto è rappresentato dagli specialisti di psicoterapia a Lodi. Come riconoscere ansia e depressione?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito precisi criteri per diagnosticare un episodio depressivo maggiore e occorre che i sintomi seguenti siano presenti per un periodo di 2 settimane con un cambiamento rispetto al passato e che almeno uno dei sintomi sia l’umore depresso e la perdita di interesse o piacere. Quali sono i segni che qualcosa non va e i sintomi della depressione?

Gli specialisti di Fisicamente Medica consigliano di prestare particolare attenzione a:

  • Umore depresso per la maggior parte del giorno, che viene percepito dalla persona o osservato da altri;
  • Diminuzione di interesse o piacere per tutte o quasi tutte le attività e quasi ogni giorno o comunque per la maggior parte del giorno;
  • Significativa perdita o aumento di peso;
  • Insonnia o ipersonnia quasi ogni giorno;
  • Agitazione o rallentamento psicomotorio quasi ogni giorno.
  • Affaticamento o mancanza di energia quasi ogni giorno.
  • Sentimenti di autosvalutazione oppure sentimenti eccessivi o inappropriati di colpa quasi ogni giorno.
  • Diminuzione della capacità di pensare o concentrarsi, o difficoltà a prendere decisioni, quasi ogni giorno.
  • Ricorrenti pensieri di morte, ricorrente ideazione suicida senza elaborazione di piani specifici, oppure un tentativo di suicidio o l’elaborazione di un piano specifico per commettere suicidio.

Quali sono le forme cliniche della depressione?

La depressione si può manifestare come episodio singolo o in forma ricorrente. Nel primo caso si tratta di persone che hanno vissuto un unico episodio depressivo e rischiano ulteriori fasi della malattia, dato che solo nel 15% dei casi la malattia si manifesta una sola volta. In molti pazienti la depressione maggiore si caratterizza per un esordio a 55-60 anni e un decorso cronico che supera i 2 anni e si presenta in relaizone ad eventi come lutti o malattie fisiche.

Esiste poi una seconda forma di depressione o depressione ricorrente, che prevede due episodi depressivi senza fasi ipomaniacali e che prevede periodi di remissione. L’80% dei pazienti va incontro ad almeno due episodi depressivi nel corso della vita e il 50% a tre e il rischio di recidiva aumenta in caso di familiarità per disturbi bipolari e commorbilità con patologie somatiche o psichiatriche oppure in concomitanza con fattori stressanti. La recidiva è causata anche dall’interruzione precoce della terapia antidepressiva.

Cos’è l’ansia e come si riconosce?

Tutti nella vita sperimentiamo stati di ansia o stress, ma dobbiamo considerare che la vera ansia patologica è uno stato di allerta e paura eccessiva rispetto alla situazione reale, con l’organismo che si attiva percependo un pericolo. Tra i fenomeni fisiologici connessi all’ansia ci sono l’aumento della frequenza del respiro, del battito cardiaco (tachicardia), della sudorazione, le vertigini, ecc… Quando, però, l’attivazione di tale sistema diviene eccessiva, siamo di fronte a un disturbo d’ansia che può intaccare e complicare la vita di una persona.

Tra i sintomi dell’ansia ci sono nervosismo, insonnia, apnea, facilità al pianto, palpitazioni, debolezza e crampi allo stomaco, ma si tratta di una patologia da curare solo se i sintomi si hanno senza una reale giustificazione. In tal caso si parla di ansia negativa o patologica, manifestata con reazioni eccessive e ben diversa dall’ansia fisiologica generata da uno stato di paura.

In ogni caso la presenza di malessere generato da depressione e ansia è una situazione che si può curare con l’aiuto degli esperti in psicoterapia a Lodi di Fisicamente Medica. Se stai male allora il consiglio è prenotare una visita per risolvere una volta per tutte il problema che porta a perdere la gioia di vivere!