Dott.ssa Verticale
Monica Silvia

Specialista in 
Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità nel 1996 presso l'Università di Padova si specializza con una formazione riconosciuta Post Universitaria quadriennale in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. 

Consegue un Master  nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare nel 1999. Durante la sua formazione professionale dal 1996 e successivamente fino al 2006 lavora a contratto come consulente per la ricerca presso l'IRCCS Istituto Neurologico C. Mondino di Pavia presso il Centro di Analisi del Comportamento e successivamente presso il Centro Cefalee. 

Nel corso della sua carriera unisce alla conoscenza clinica e terapeutica l'interesse per la psicologia giuridica e forense e dei processi cognitivi, emotivi e comportamentali aventi rilevanza per l’amministrazione della giustizia.  

A seguito di questa formazione e grazie ad esperienze personali orienta sempre più il proprio interesse verso le relazioni in famiglia occupandosi con passione in ogni ambito di famiglie tradizionali, famiglie con figli adottivi, famiglie con genitori separati e famiglie ricomposte.   

E' Consulente Tecnico presso il Tribunale Civile di Lodi nell'ambito delle separazione per  l'affidamento dei minori nonché Consulente Tecnico di parte nelle cause civili di sparazione e nelle valutazioni di Danno psichico. 

Come psicoterapeuta cognitivo comportamentale utilizza proposte terapeutiche supportate da evidenze scientifiche quali l'EMDR “un metodo psicoterapico strutturato che facilita il trattamento di diverse psicopatologie e problemi legati sia ad eventi traumatici, che a esperienze più comuni ma emotivamente stressanti” e la Mindelfulness, un approccio che aiuta a mettersi in una nuova relazione con il disagio. 

I disagi curati sono: i disturbi di ansia, le fobie, il disturbo ossessivo compulsivo e il disturbo post traumatico da stress. I disturbi del comportamento alimentare: anoressia e bulimia; il lutto patologico e il disturbo oppositivo provocatorio nei bambini. 

Effettua sostegno psicologico per il miglioramento dell'autostima in relazione al rendimento scolastico, sostenendo bambini ed adolescenti nelle difficoltà di apprendimento e di potenziamento mediante l'utilizzo di metodi di studio e di memorizzazione supportati dalle Neuroscienze.